La collezione di antichità del cardinale Flavio Chigi (1631-1693).pdf

La collezione di antichità del cardinale Flavio Chigi (1631-1693) PDF

Beatrice Cacciotti

Sfortunatamente, oggi, domenica, 26 agosto 2020, la descrizione del libro La collezione di antichità del cardinale Flavio Chigi (1631-1693) non è disponibile su sito web. Ci scusiamo.

Villa Chigi Sabato 10 febbraio Dott.ssa Teresa Sacchi Lodispoto Acquistata nel 1763 dal cardinale Flavio Chigi, la villa costituisce un dei più interessanti esempi di architettura e decorazione del Settecento romano. Gli interni, recuperati con un lungo intervento di restauro, conservano eleganti pareti affrescate. Visita a permesso speciale. Archeologia, filologia, letterature e storia dell’antichità Art History in Rome from Late Antiquity to the Present Dirigenza e Coordinamento di Servizi Formativi, Scolastici e Socio-Educativi - DEC

5.82 MB Dimensione del file
8879998048 ISBN
La collezione di antichità del cardinale Flavio Chigi (1631-1693).pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.advices4lady.org o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Peraltro Flavio Chigi, che fondò l’Accademia degli Sfaccendati coinvolgendo un gruppo di intellettuali, dette un notevole impulso all’attività operistica e teatrale, commissionando costosi melodrammi tenuti nel palazzo di Ariccia, come «Il Tirinto» (ottobre 1672) e «L’Adalinda» (ottobre 1673), con musiche di Bernardo Pasquini, Pier Simone Agostini, libretti di Giovanni Filippo

avatar
Mattio Mazio

M. G. PICOZZI. quella di Ferrante Verospi e di suo fratello, il cardinal Fabrizio3 comprendevano antichità legate all’Egitto, aegyptiaca, anche se come vedremo in numero veramente modesto, e Libri di Antiquariato e collezioni. Acquista Libri di Antiquariato e collezioni su Libreria Universitaria: oltre 8 milioni di libri a catalogo. Scopri Sconti e Spedizione con Corriere Gratuita! - Pagina 9

avatar
Noels Schulzzi

Archeologia, filologia, letterature e storia dell’antichità Art History in Rome from Late Antiquity to the Present Dirigenza e Coordinamento di Servizi Formativi, Scolastici e Socio-Educativi - DEC Palazzo Chigi, Ariccia Le quattro stagioni eseguite da Mario de' Fiori in collaborazione con Carlo Maratti, Bernardino Mei, Giacinto Brandi, Filippo Lauri e il dipinto che ritrae Mario de' Fiori mentre dipinge i fiori realizzato in collaborazione con Giovanni Maria Morandi;

avatar
Jason Statham

CHIGI, Flavio. - Nacque a Siena l'11 maggio 1631 da Mario di Fabio, del ramo di Mariano della grande famiglia senese, e da Berenice della Ciaia. Le fortune della famiglia non potevano certo dirsi in quel periodo molto fiorenti. Mario era il primogenito di undici figli, sette femmine e quattro maschi, tra i quali Fabio, allora vescovo di Nardò e nunzio in Germania.

avatar
Jessica Kolhmann

Venduto al cardinale Ludovico Ludovisi nel 1622, fu completamente ristrutturato tra il 1620 e il 1623 su progetto del Maderno; passato ai Colonna, fu ceduto nel 1661 al cardinale Flavio Chigi e fu oggetto di una significativa trasformazione ad opera di Gian Lorenzo Bernini. Ebbe due nipoti cardinali: Flavio I (1631-1693), principale artefice delle collezioni artistiche di famiglia, e Sigismondo(1649-1678). A partire dalla seconda metà del '600 si formò il grande patrimonio immobiliare dei Chigi fino a divenire nella metà dell' '800 tra i cinque maggiori proprietari terrieri dello Stato Pontificio.