Andy Warhol. Il cinema della vana vita.pdf

Andy Warhol. Il cinema della vana vita PDF

Mirco Melanco

La produzione cinematografica di Warhol è una dellespressioni più tipiche e interessanti dellunderground statunitense. In particolare è importante il suo lavoro sui generi, trasgrediti e sovvertiti fino allannichilimento. Se il suo pubblico ha difficilmente oltrepassato la cerchia degli appassionati e degli studiosi, e innegabile che la produzione dellartista americano ha costituito il retroterra culturale e linguistico di molto cinema indipendente a partire dagli anni 60.

Scopri Andy Warhol. Il cinema della vana vita di Melanco Mirco: spedizione gratuita per i clienti Prime e per ordini a partire da 29€ spediti da Amazon.

2.93 MB Dimensione del file
8871805429 ISBN
Andy Warhol. Il cinema della vana vita.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.advices4lady.org o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Nel 2009 ha restaurato il film documentario con Mario Rigoni Stern e Mario ... passaggi e passioni' (Liguori, 2005) e 'Andy Warhol il cinema della vana vita', ...

avatar
Mattio Mazio

Andy Warhol. Il cinema della vana vita (brossura) ... Come il cinema italiano ha raccontato le trasformazioni del paesaggio dal sonoro ad oggi (brossura).

avatar
Noels Schulzzi

Andy Warhol. Il cinema della vana vita è un libro scritto da Mirco Melanco pubblicato da Lindau nella collana Saggi

avatar
Jason Statham

Warhol avverte che la vita è troppo vana per pensare che si possa ingabbiare in schemi cervellotici: egli “moltiplica” la società del consumo, ponendola di fronte a mille specchi e rendendo ciò che vi è riflesso ancora più vuoto della prima matrice, tanto che lo spettatore finisce per … Andy Warhol, rappresentante più tipico della pop art americana, che prende spunto dal cinema, dai fumetti, dalla pubblicità, senza alcuna scelta estetica, ma come puro istante di registrazione

avatar
Jessica Kolhmann

La splendida e insieme vana vita dei protagonisti della Factory warholiana rivive in queste pagine attraverso l’analisi degli oltre cento film realizzati tra il 1963 e il 1968. L’opera filmica di Warhol, sospesa tra fiction e documentario, rispecchia la proverbiale abilità dell’artista nel registrare quanto stava accadendo nella New York degli anni ’60.