Il greco a Firenze e Pier Vettori (1499-1585).pdf

Il greco a Firenze e Pier Vettori (1499-1585) PDF

Davide Baldi

Un rapido panorama sullinsegnamento della lingua greca nei secoli XVII-XIX a Firenze introduce linedito dialogo settecentesco che lumeggia la storia del greco a Firenze dal Trecento al Cinquecento terminando con la figura di Pier Vettori. La sua biografia (stilata dal nipote Francesco Vettori) viene qui pubblicata corredata di commento e seguita da alcune orazioni funebri (di Leonardo Salviati e di Francesco Bocchi), la prima delle quali si fonda proprio su tale biografia manoscritta. Questo capitolo biografico si apre con un breve saggio su Vettori filologo

Vettori, Pietro (1499-1585) Also known as Victorii, Petrus, (the Elder) (1499-1585) Donna Leonora di Toledo duchessa di Firenze et di Siena / tradotta in lingua fiorentina da Niccolo Mini Vettori, Pietro, Il greco a Firenze e Pier Vettori (1499-1585) / [introduzioni di] Davide Baldi Baldi, Il greco a Firenze e Pier Vettori (1499-1585) Davide Baldi. Edizioni dell'Orso. Libri; Lingue, dizionari, enciclopedie; 17,10

6.89 MB Dimensione del file
8862745788 ISBN
Gratis PREZZO
Il greco a Firenze e Pier Vettori (1499-1585).pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.advices4lady.org o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Il greco a Firenze e Pier Vettori (1499-1585) Edizioni dell'Orso, Alessandria dic 2014 Un rapido panorama sull’insegnamento della lingua greca nei secoli XVII-XIX a Firenze introduce l’inedito dialogo settecentesco che lumeggia la storia del greco a Firenze dal Trecento al Cinquecento terminando con la figura di Pier Vettori. ARDINGHELLI, Niccolò. - Nacque a Firenze il 17 marzo 1503 da Pietro, che fu poi segretario di Leone X. Dovette probabilmente ai rapporti del padre con la corte pontificia la prima dignità curiale, un protonotariato apostolico, che rivestiva già nel 1523, e forse in quello stesso periodo un canonicato a Pisa (cui si aggiunse nel 1525 un canonicato fiorentino) nonché il beneficio abbaziale

avatar
Mattio Mazio

Il greco a Firenze e Pier Vettori (1499-1585) L e consegne potrebbero subire qualche ritardo. In alcune zone i ritardi potrebbero essere maggiori, ma si garantisce la consegna. Acquista online il libro Il greco a Firenze e Pier Vettori (1499-1585) di Davide Baldi in offerta a prezzi imbattibili su Mondadori Store.

avatar
Noels Schulzzi

Renaissance Quarterly is the leading American journal of Renaissance studies, encouraging connections between different scholarly approaches to bring together m

avatar
Jason Statham

cataloghi e collezioni digitali delle biblioteche Italiane. ... di san marco ( 7) · alighieri, dante (5) · bartoli, cosimo <1503-1572> (4) · carani ... Trattato dei gouerni di Aristotile tradotto di greco in lingua uulgare fiorentina da ... Giambullari , Pier Francesco <1495-1555> ... Vettori, Pietro <1499-1585>; Torrentino, Lorenzo.

avatar
Jessica Kolhmann

Il greco a Firenze e Pier Vettori (1499-1585) Edizioni dell'Orso, Alessandria dic 2014 Un rapido panorama sull’insegnamento della lingua greca nei secoli XVII-XIX a Firenze introduce l’inedito dialogo settecentesco che lumeggia la storia del greco a Firenze dal Trecento al Cinquecento terminando con la figura di Pier Vettori. ARDINGHELLI, Niccolò. - Nacque a Firenze il 17 marzo 1503 da Pietro, che fu poi segretario di Leone X. Dovette probabilmente ai rapporti del padre con la corte pontificia la prima dignità curiale, un protonotariato apostolico, che rivestiva già nel 1523, e forse in quello stesso periodo un canonicato a Pisa (cui si aggiunse nel 1525 un canonicato fiorentino) nonché il beneficio abbaziale