Un altra nobiltà. Storie di (in)distinzione a Milano. Secc. XIV-XV.pdf

Un altra nobiltà. Storie di (in)distinzione a Milano. Secc. XIV-XV PDF

Federico Del Tredici

La seconda metà del Duecento segnò in Italia e in Europa lavvio di un processo di profonda revisione dellidentità nobiliare. Ad affermarsi, non senza resistenze, fu unidea di nobiltà fondata anzitutto su di un riconoscimento politico, quella che Bartolo di Sassoferrato in un suo celebre trattato avrebbe definito «nobilitas illata per principatum tenentem». In molte città italiane a questo cruciale passaggio avrebbe corrisposto nel lungo periodo una definizione del privilegio di stampo patrizio, derivata dalla partecipazione al governo del comune. Non però a Milano, città che pure nel 1377 ebbe una sua matricola dei nobili, tradizionalmente salutata dalla storiografia come pietra di fondazione del patriziato locale. Piuttosto che delimitare i confini di un ceto di governo relativamente omogeneo, la matricola milanese tracciava infatti il profilo di una nobiltà larghissima e tutta naturale, definita dallappartenenza a determinate parentele, senza alcun riguardo per ruoli politici, ricchezze, e perfino per la stessa inclusione nei ranghi della cittadinanza. Una strana nobiltà, dunque, che questo libro intende illustrare, mostrando per prima cosa come essa potesse costituire un linguaggio di comunicazione intercetuale, un ponte tra uomini situati agli antipodi o quasi del mondo sociale. Ma perché si affermò a Milano una simile idea di nobiltà? E per quale motivo poté durare sino alle soglie delletà moderna?

Un' altra nobiltà. Storie di (in)distinzione a Milano. Secc. XIV-XV è un libro scritto da Federico Del Tredici pubblicato da Franco Angeli nella collana Studi e ricerche

8.41 MB Dimensione del file
889175353X ISBN
Un altra nobiltà. Storie di (in)distinzione a Milano. Secc. XIV-XV.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.advices4lady.org o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Un' altra nobiltà. Storie di (in)distinzione a Milano. Secc. XIV-XV, Libro di Federico Del Tredici. Spedizione con corriere a solo 1 euro. Acquistalo su libreriauniversitaria.it! Pubblicato da Franco Angeli, collana Studi e ricerche, data pubblicazione settembre 2017, 9788891753533.

avatar
Mattio Mazio

Per capire il ruolo giocato, nel pieno medioevo e in Italia centrale, dalla signoria rurale nell’organizzazione territoriale, occorre classificare e distinguere i signori laici, che non furono un gruppo omogeneo né stabile nel tempo. Ne derivò un loro variabile peso e significato nell’organizzazione territoriale. L’articolo è un primo tentativo di tassonomia dei signori laici dell Secoli XIII-XIV-XV PREZZO : EUR 93,50€ CODICE : AUTORE/CURATORE/ARTISTA : Autore: Armando Sapori EDITORE/PRODUTTORE: Sansoni Editore COLLANA/SERIE: Biblioteca storica, V ANNO: 1982 DISPONIBILITA': In esaurimento CARATTERISTICHE TECNICHE: 2 voll. rilegati in tela, con sovracoperta, in cofanetto XXXII-1370 pagine cm 15,5 x 21,5 x 8 gr 1880

avatar
Noels Schulzzi

tologiche e il capitolo XIV che tratta dell'araldica e della simbologia ... storia, si passa ai capitoli dal XV al XXI che trattano dell'araldica come ... Milano 1928- 1936, porta all'inizio un compendio di nozioni araldiche, senza alcuna no vità. ... La consuetudine di distinguere le milizie feudali attraverso l'uso di differenti colori .

avatar
Jason Statham

Dalla seconda metà del XIV secolo, il declino della monarchia siciliana segna la contemporanea ascesa di Signorie indipendenti a vocazione mediterranea. Palermo con i Chiaromonte e Catania con gli Alagona rappresentano gli esempi più alti di questi sistemi politici inediti nel panorama isolano. Alagona e Chiaromonte si distinguono marcatamente dal resto della nobiltà feudale regnicola in «Representare» è una parola-chiave nel vocabolario politico della Lombardia del tardo medioevo*. Si riferisce alla facoltà di uno o più individui di agire e parlare al posto di altri, per un anonimo «particolare» come per il principe. Qui interessa la circostanza che veda una o più persone operare per conto di una collettività. Tale prerogativa appartiene alle magistrature ordinarie

avatar
Jessica Kolhmann

Un’altra nobiltà. Storie di (in)distinzione a Milano. Secc. XIV-XV (Franco Angeli 2017) ore 14.30 – Lezioni di storia Marina Montacutelli, Il secolo (assai “lungo”) dei “genovesi”: i mercanti, i finanzieri, il potere. Martedì 27 marzo 2018 Sala Dipartimento, Edificio B, II piano (attività obbligatoria)